Vitamina A durante la gravidanza: il dosaggio corretto, gli effetti di ipervitaminosi e il rischio di patologia nel feto

Le ragazze bevono vitamine per migliorare la condizione di capelli, pelle e unghie. E, a prima vista, questo è corretto. Ma anche i nutrienti a volte si trasformano in veleno. Quindi, per esempio, la vitamina A può "funzionare". Soprattutto sorgono molte domande riguardanti l'assunzione di farmaci con retinolo nella pianificazione e durante il trasporto del bambino. La sostanza eccessiva può innescare la patologia dello sviluppo fetale. E in alcuni casi, le donne che hanno superato il dosaggio ammissibile sono anche raccomandate per interrompere la gravidanza. Quanto è pericolosa la vitamina A durante la gravidanza?

Per capire questa domanda, è necessario scoprire i dosaggi sufficienti affinché l'organismo funzioni bene, valutare le proprietà della vitamina e il suo effetto sulla salute delle donne durante il periodo della gravidanza.

Ma la prima cosa da capire è che la vitamina A, che otteniamo dal cibo, e le pastiglie di retinolo sintetico sono sostanze diverse e hanno diversi gradi di rischio in caso di sovradosaggio. Per guadagnare ipervitaminosi A a causa di una dieta sbagliata, è necessario sedersi su olio di pesce per giorni. D'accordo, in modo simile la dieta non è costruita in nessuna famiglia. Mangiamo cibi ricchi di retinolo, di solito più volte alla settimana, quindi la vitamina riesce a digerirsi normalmente e non ad accumularsi.

Allo stesso tempo, se un corso deliberatamente giornaliero dopo corso serve a "nutrire" l'organismo con retinolo come parte di un complesso multivitaminico, molto presto potrebbe comparire l'intera serie di sintomi di sovradosaggio: scarso appetito, nausea, vomito. Se solo in questo periodo una donna rimane incinta, allora il bambino può nascere con deformità - il retinolo ha un corrispondente effetto teratogeno.

Vitamina A - "biglietto da visita"

Questa vitamina è stata scoperta per prima, quindi è designata la lettera principale dell'alfabeto.
La sua scoperta avvenne nel 1913, grazie a topi sperimentali, che cessarono di crescere e morirono senza il necessario apporto giornaliero di vitamina.

Il retinolo è la forma attiva di una determinata sostanza che è stata trovata nei prodotti animali, specialmente nel fegato o nel latte intero.

I carotenoidi esistono in più di 500 tipi e possono trasformarsi in vitamina A. Possono essere rilevati negli alimenti vegetali. Il più famoso di questi è il beta carotene. È un antiossidante, protettore delle cellule dall'influenza distruttiva dei radicali liberi. Inoltre, in quantità ragionevoli, non rappresenta un pericolo particolare per le donne in gravidanza. La vitamina A ha la capacità di accumularsi all'interno del corpo e di essere utilizzata solo quando necessario.

Funzioni di retinolo

La vitamina A ha un effetto sul sistema immunitario, proteggendo dal raffreddore, compresa l'influenza. Grazie al suo effetto positivo sulle mucose, è in grado di normalizzare il lavoro dei polmoni, ripristinare i tessuti molli in varie malattie della pelle, stimolare la produzione di collagene.

Il retinolo si forma e mantiene in uno stato sano:

  • la pelle;
  • tessuto molle;
  • scheletro;
  • denti;
  • membrane mucose.

Il retinolo è in consonanza con la parola latina retina (che significa "retina"), perché partecipa al processo di formazione della pigmentazione retinica. Promuove una buona visione al buio.

Manifestazioni di carenza di vitamina A

Quando il corpo manca di una determinata sostanza, lo esprime in diversi modi.

  • Occhi. La cecità al pollo si verifica quando la mancanza di luce diventa l'oscurità totale per gli occhi. C'è una sensazione di sabbia, si sviluppa la miopia. Occhi acquosi al freddo, rapidamente stanchi. Le palpebre soffrono di rossore.
  • Pelle. Le ghiandole sebacee e sudoripare diventano instabili. La pelle diventa ruvida, si asciuga. Di conseguenza, appaiono le rughe.
  • Capelli. La condizione peggiora, appare la forfora.
  • Unghie. A pezzi aumenta. Diventano più sottili, assumendo un aspetto malsano.
  • Immunità. Il livello generale di immunità diminuisce, il che porta a raffreddori costanti e allo sviluppo di infezioni.

Overdose con vitamina sintetica

Se ti limiti a seguire la dieta giusta, un sovradosaggio di questa sostanza non è minacciato. Solo la sua forma sintetica e il retinolo di origine animale sono capaci di effetti negativi.

Pertanto, la gravidanza è indicata in quasi tutte le istruzioni di medicinali con vitamina A (specialmente il primo trimestre) e l'allattamento al seno come periodi in cui il trattamento con un agente specifico è inaccettabile.

Manifestazione di ipervitaminosi

L'effetto tossico è espresso in perdita di appetito, che è accompagnata da nausea. Per questo motivo, il peso diminuisce e aumenta la sonnolenza. Uno dei segni di un eccesso di vitamina A nel corpo è un disturbo dell'andatura normale. I cambiamenti interni colpiscono i reni, il sistema nervoso centrale. La pelle riflette anche l'impatto, quindi c'è forte prurito.

Per quanto riguarda l'effetto sul feto, anche per lui non è facile: il sovradosaggio di retinolo causa deformità congenite, lesioni, compromissione dello sviluppo del sistema nervoso e riproduttivo, degli arti e del cuore.

Quanta vitamina A è necessaria durante la gravidanza

Sulla questione se sia possibile assumere vitamina A in donne in gravidanza, risponde l'ostetrica-ginecologa e endocrinologa Elena Gevorkova. Sottolinea che a causa del rischio di compromissione dello sviluppo fetale, è necessario monitorare attentamente il dosaggio. Questo non significa che un leggero eccesso di norme ammissibili, il 100% porta a patologie. Una seria minaccia sorge, ci sono più di 10.000 UI (3 mg / 3000 mcg) al giorno per un lungo periodo.

La dose giornaliera ammissibile di questa vitamina dipende da diversi indicatori: l'età della donna, la quantità di retinolo nel corpo prima della gravidanza, in diverse fasi in cui anche il livello di consumo è diverso.

Le organizzazioni internazionali che si occupano dei problemi delle deformità congenite nei bambini, formulano le seguenti raccomandazioni:

  • dosaggio per le donne in gravidanza - un massimo di 3 mg (3000 μg) al giorno;
  • dosaggio per l'allattamento - un massimo di 1,2 mg (1200 μg) al giorno.

Secondo i medici, in un multivitaminico per le donne incinte, il contenuto di retinolo è troppo alto. Pertanto, non possono essere presi in modo incontrollabile e continuo. Hanno bisogno di bere, solo se ci sono indicazioni mediche per l'uso. In questo caso, prescrivi il complesso e il dosaggio dovrebbe essere un medico. Bere retinolo a sua discrezione dalla serie "in modo che il bambino si sviluppi meglio" è inaccettabile.

In generale, se è necessario assumere multivitaminici, si raccomanda di aderire al seguente schema: bere due mesi prima del concepimento e un altro da due a due primi mesi di gravidanza. Allora hai bisogno di una pausa. E due o tre mesi prima del parto, è consentito riprendere il corso, attenendosi ad esso nei primi mesi di allattamento.

Retinolo nel cibo

Per fornire al corpo di una donna incinta tutte le sostanze necessarie, non è necessario bere pillole. I nutrienti da prodotti naturali sono i più benefici e sono meglio assorbiti. Allo stesso tempo, le fonti di vitamina A includono molti piatti sul nostro solito tavolo.

  • Alimento di origine animale Queste sono uova e latticini, olio di pesce. Soprattutto vale la pena sottolineare il latte intero. E questo include i reni e il fegato.
  • Cibo vegetale Queste sono carote, pomodori, peperoni dolci di fiori d'arancio e rossi, tutti i tipi di cavolo, zucca. Vari legumi contengono anche una grande quantità di beta-carotene. Se selezioni i capi tra i frutti, saranno pesche, mele, albicocche. In questi frutti di stagione come il melone e l'anguria, questa vitamina è anche presente. Utile e olivello spinoso, rosa selvatica, ciliegio dolce.
  • Verdi. Se la gravidanza è arrivata in estate, puoi aggiungere "verdi" alla tua dieta. Questa acetosa, ortica e finocchio e coda di cavallo. Tuttavia, nel menu, questi prodotti possono essere utilizzati solo senza fanatismo.

Nella tabella seguente, il contenuto quantitativo di retinolo negli alimenti popolari e la percentuale di copertura del fabbisogno giornaliero di una donna incinta per la vitamina A sono analizzati in dettaglio.Il calcolo si basa sul contenuto di sostanza per 100 g di un prodotto.

Tabella - Alimenti ricchi di vitamina A

Vitamina A durante la gravidanza: dosaggio, effetto sul feto, la norma

La vitamina A è una vitamina liposolubile che viene immagazzinata nel fegato. La vitamina A durante la gravidanza è importante per la crescita embrionale del bambino, compreso lo sviluppo di cuore, polmoni, reni, occhi e ossa, così come la circolazione sanguigna, il sistema respiratorio e il sistema nervoso centrale. Questa vitamina è particolarmente importante per le donne che stanno per partorire, perché aiuta nel recupero del tessuto post-partum. Aiuta anche a mantenere una visione normale, combatte le infezioni, sostiene il sistema immunitario e aiuta il metabolismo dei grassi.

Cos'è la vitamina A?

Esistono due tipi di nutrienti:

  1. vitamina A pronta (retinolo);
  2. provitamina A (carotenoidi).

La vitamina A già pronta viene utilizzata direttamente dal corpo e si trova in prodotti di origine animale come uova, latte e fegato. La provitamina A si trova nella frutta e nella verdura, ma il tuo corpo deve convertire questo tipo in retinolo.

In natura ci sono più di 600 carotenoidi, ma solo pochi possono essere convertiti in retinolo. Il beta carotene è il carotenoide più comune.

Lo standard per misurare la vitamina A è l'EAR (equivalente all'attività del retinolo), che si basa sull'efficacia e sulla fonte di vitamina A. Un microgrammo (μg) di retinolo (vitamina A pronta) è 1 μg EAR, e pari a 12 μg di beta-carotene o 24 μg alfa carotene.

Un vecchio standard di misurazione che è ancora usato (specialmente sulle etichette degli alimenti) è l'uso di unità internazionali o UI. L'UI è piuttosto difficile da convertire in EIR, perché la conversione dipende dal tipo di vitamina A, ad esempio, EAR 900 mcg può essere da 6000 a 36100 UI di vitamina A.

Quanta vitamina A hai bisogno (dosaggio di vitamina A durante la gravidanza)?

Il tasso di vitamina A durante la gravidanza:

  • Donne in gravidanza dai 18 anni in su: 750 μg di ER al giorno.
  • Donne in gravidanza dai 19 anni in su: 770 μg di aria al giorno.
  • Allattamento al seno per le donne di età pari o inferiore a 18 anni: 1200 μg di EAR al giorno.
  • Allattamento al seno per le donne di 19 anni di età: 1300 mcg di EAR al giorno.
  • Donne non gravide: 700 μg di EAR al giorno.

Non è necessario assumere la quantità raccomandata di vitamina A ogni giorno. Invece, provare a utilizzare questa velocità consigliata, contando in media per diversi giorni o settimane.

Può verificarsi un sovradosaggio di vitamina A?

Una normale dieta umana fornisce all'organismo molta vitamina A. È disponibile in carne, latticini, pesce, uova e cereali fortificati sotto forma di vitamina A già pronta (retinolo). È presente anche nella maggior parte di frutta e verdura, principalmente sotto forma di carotenoidi.

Durante la gravidanza, è importante evitare il sovradosaggio di vitamina A già pronta, poiché questo può causare malformazioni congenite e tossicità epatica a dosi elevate. Tuttavia, puoi ottenere tutti i carotenoidi che vuoi da frutta e verdura.

Le donne di età pari o superiore a 19 anni (indipendentemente dal fatto che siano in gravidanza o in periodo di allattamento) non devono ricevere più di 3000 mcg di EAS (o 10.000 UI) di vitamina A preparata da integratori, fonti animali e cibi fortificati ogni giorno. Per le donne di età pari o inferiore a 18 anni, il limite massimo di consumo è di 2800 μg di EAS (9333 UI).

Questo è uno dei motivi importanti per cui non è consigliabile raddoppiare l'assunzione di vitamine per le donne in gravidanza o prendere eventuali integratori che non sono raccomandati dal medico. La maggior parte delle vitamine prenatali contiene almeno una certa quantità di vitamina A sotto forma di beta-carotene, ma alcuni complessi multivitaminici e cibi fortificati contengono quantità significative di vitamina A. Preparare sempre l'etichetta del prodotto o mostrare tutti i supplementi al medico prima di assumerli.

Un'altra cosa. Il rischio di malformazioni alla nascita di consumare troppa vitamina A è il motivo per cui le donne incinte e coloro che stanno cercando di rimanere incinta devono stare lontani dall'assumere il farmaco chiamato Isotretinoina e altre medicine associate al retinolo, incluso un farmaco esterno chiamato Tretinoina, che è usato per trattare le malattie della pelle.

Fonti alimentari di vitamina A

I frutti e le verdure ricchi di beta-carotene (in particolare l'arancia, il giallo e il verde) sono le migliori fonti di vitamina A. Puoi anche assumere una quantità sufficiente di vitamina A da latte e cereali fortificati.

Il fegato (composto da carne di manzo, vitello o pollo, compresi patè e salsiccia di fegato) contiene la più alta quantità di vitamina A già pronta, tanto che devi limitare il consumo a una o due porzioni al mese durante la gravidanza per essere sicuro di non averne troppo subito Una porzione di fegato di manzo da 85 grammi può essere più di otto volte l'assunzione giornaliera raccomandata di vitamina A durante la gravidanza, quindi più del doppio dell'assunzione giornaliera sicura!

Ecco alcune buone fonti dietetiche di vitamina A:

  • Una patata dolce media (patata dolce): 961 μg di EAS (19.218 UI).
  • Zucchino in scatola 115 g: 953 μg di aria (19.065 UI).
  • 100 g di zucca preparati: 572 μg di aria (11 434 UI).
  • 60 g di carote crude tritate: 534 μg di aria (10 692 UI).
  • 75 g di spinaci preparati: 472 μg di aria (9.433 UI).
  • 80 g di melone: ​​466 μg di aria (9.334 UI).
  • 50 g di cavolo croccante, cotto: 443 μg di aria (8.854 UI).
  • 50 g di cavolo, cotto: 361 μg di aria (7.220 UI).
  • 30 g di farina d'avena arricchita: 215 μg di aria (721 UI).
  • Un mango: 181 μg di aria (3.636 UI).
  • 240 ml di latte scremato (arricchito con vitamina A): 149 μg di aria (500 UI).
  • 240 ml di latte magro al 2% (arricchito con vitamina A): 134 μg di aria (464 UI).
  • 240 ml di latte intero: 110 μg di aria (395 UI).
  • 1 cucchiaio di burro: 95 μg di aria (355 UI).
  • Un uovo grande: 80 μg di aria (270 UI).
  • 90 g di broccoli, cotti: 60 μg di aria (1.207 UI).

Frantumazione, affettatura o spremitura, così come il trattamento termico, consentono ai carotenoidi (provitamina A) di essere assorbiti più facilmente nel tratto gastrointestinale. Puoi anche saperne di più mangiando una piccola quantità di burro (circa un cucchiaino) insieme a frutta e verdura.

Posso prendere vitamina A durante la gravidanza?

La maggior parte delle persone riceve molta vitamina A dalle loro diete e le vitamine di maternità di solito contengono anche vitamina A. Leggi l'etichetta sul pacchetto di vitamine che prendi per assicurarti di non ottenere più della dose giornaliera raccomandata.

Se pensi di aver bisogno di supplementi extra di vitamina A, o se hai domande sulla vitamina A nella tua dieta prenatale, chiedi consiglio al tuo medico.

Segni di carenza di vitamina A

A causa del fatto che la quantità richiesta di vitamina A è abbastanza facile da ottenere dal cibo consumato, la sua carenza è rara tra i residenti dei paesi sviluppati, tranne nei casi di alcune malattie. Segni di deficienza includono la visione notturna debole e un sistema immunitario indebolito. Le persone con una carenza possono anche sviluppare una condizione chiamata xeroftalmia, che porta alla secchezza e ispessimento della cornea. Puoi scoprire di più sui segni e sui sintomi della carenza di vitamina A qui - Carenza di vitamina A: sintomi negli adulti e nei bambini, trattamento, prognosi.

Perché la gravidanza ha bisogno di vitamina A

Le donne incinte sono spesso consigliate di prendere quante più vitamine possibile, ma non dimenticare che tutto va bene con moderazione. Questo è particolarmente vero per il retinolo - vitamina A, durante la gravidanza il suo effetto sul feto sarà benefico solo se si osserverà la dose raccomandata e questo articolo sarà discusso.

Gli effetti della vitamina A sulla gravidanza

Nell'uomo, il retinolo regola:

  • Metabolismo - sintesi proteica, formazione di denti, ossa, tessuto adiposo.
  • Immunità - migliora la capacità di resistere alle infezioni e allo stress.
  • Vista - regola la naturale idratazione degli occhi e il lavoro della retina.
  • Protezione UV: l'amminoacido è responsabile della formazione di scottature solari.
  • Sviluppo normale della placenta.
  • Formazione degli organi interni, sistema nervoso e cardiovascolare del feto.

Tariffa giornaliera

Gli esperti raccomandano di assumere vitamina A durante la gravidanza nelle prime fasi, fino a 8-9 settimane, quindi fare una pausa e riprendere a prendere 9-8 settimane prima della data prevista di consegna.

Sintomi di carenza

L'insorgenza di ipovitaminosi è possibile in caso di malnutrizione prolungata, rigetto di grassi, vegetarismo e cibi crudi.

Con una dieta normale è abbastanza raro:

  • I prodotti di origine animale contengono un gran numero di retinolo e le verdure sono beta-carotene.
  • La vitamina A si accumula nel corpo, che consente di mantenere il livello richiesto di questo amminoacido.
Il rischio di carenza di vitamina A per le donne in gravidanza aumenta a causa di tossicosi, disturbi dell'appetito e problemi di fegato e cistifellea.

sintomi:

  • Acuità visiva caduta, in particolare in condizioni di scarsa illuminazione, percezione dei colori compromessa.
  • Essiccazione delle mucose degli occhi, congiuntivite frequente.
  • Diminuzione dell'appetito, frequenti raffreddori, sensibilità dello smalto.
  • Forfora, desquamazione della pelle, scarsa cicatrizzazione delle ferite, perdita di elasticità.

Fonti alimentari di retinolo

La quantità principale dovrebbe essere ingerita con il cibo normale. Sono ricchi di fegato di merluzzo, pesce grasso, tuorli d'uovo, burro naturale.

In diversi alimenti, il contenuto di aminoacidi sarà diverso:

  • fegato 4-13 mg per 100 g;
  • olio di pesce - 19 mg per 100 g;
  • burro - 2 mg per 100 g;
  • panna acida - 0,01 mg per 100 grammi.
Carote, pomodori e altri ortaggi contengono beta-carotene - una sostanza che viene convertita nel corpo in vitamina A. Le principali differenze sono che il corpo assorbe un massimo del 30% di beta-carotene in combinazione con i grassi, 1 dose di retinolo è 6-9 dosi di beta-carotene. Un'overdose di beta-carotene provoca l'ingiallimento della pelle e delle allergie, ma non danneggia lo sviluppo del feto.

Che dire degli integratori per farmacia

Dato che il retinolo entra nel corpo dal cibo normale e si accumula nel fegato, assumere un multivitaminico può superare la sua dose giornaliera. Nei complessi multivitaminici per le donne incinte, è contenuta una quantità elevata di retinolo al fine di prevenire il sovradosaggio, leggere attentamente la composizione del farmaco, assumere tali agenti solo se prescritto da un medico.

Cosa è meglio assorbito

Per un assorbimento ottimale del retinolo, il corpo ha anche bisogno di:

  • vitamine - E, D, B;
  • minerali - calcio, fosforo, zinco.
Per l'assimilazione delle verdure di beta-carotene dovrebbe essere combinato con i grassi.

Cos'è l'eccesso pericoloso, i suoi sintomi

Dosi eccessive di retinolo causano, oltre al danno alle ossa, il lavoro dei reni, del fegato, del sistema nervoso, uno svantaggio dello sviluppo del feto. Il processo di formazione delle membra e del sistema nervoso di un bambino soffre, motivo per cui le donne incinte non dovrebbero assumere la vitamina A in modo incontrollabile.

Sintomi di ipervitaminosi:

  • perdita di appetito;
  • nausea;
  • sonnolenza;
  • disturbo dell'andatura e coordinamento;
  • violazione della pressione sanguigna, coagulazione del sangue.

Vitamina A durante la gravidanza: beneficio o danno?

Ogni futura mamma durante la pianificazione della gravidanza e per tutta la sua durata richiede una maggiore quantità di vitamine, minerali e oligoelementi ottenuti dall'esterno. Molti hanno una serie di domande sulla loro corretta ricezione e sul dosaggio necessario, nonché sulla loro azione diretta. Tutti questi problemi saranno discussi in maggior dettaglio per quanto riguarda la vitamina A, durante la gravidanza da cui, oltre ai benefici ottenuti, è possibile causare danni.

Il valore della vitamina A durante la gravidanza

La vitamina A durante la gravidanza svolge una serie di importanti funzioni dello sviluppo intrauterino fetale. Uno dei principali è la partecipazione alla corretta formazione e attività di importanti organi e tessuti, tra cui:

  • organi respiratori;
  • sistema cardiovascolare;
  • rene;
  • occhi (qui svolge il ruolo principale);
  • ossa;
  • sistema circolatorio;
  • cervello e midollo spinale.

Inoltre, il suo bisogno è notato nella protezione aggiuntiva del corpo della donna contro varie infezioni, mentre l'immunità generale diminuisce durante la gravidanza. È responsabile del corretto funzionamento del sistema immunitario, che garantisce la salute della madre e del bambino.

La vitamina A durante la gravidanza è coinvolta nella formazione e nella crescita dei tessuti a livello cellulare. Senza di esso, non ci può essere un metabolismo adeguato e il reintegro di nuove cellule nel corpo. I principali punti di arricchimento con i nutrienti e la loro transizione nelle forme necessarie possono verificarsi solo quando è presente, e non bisogna dimenticare che un doppio carico è caratteristico per il periodo di portamento di un bambino.

È importante sapere: la garanzia di una pelle bella e sana è in quantità sufficiente di vitamina A. Le donne in posizione, a loro volta, devono prestare particolare attenzione alla condizione della pelle.

Vitamina A nella fase di pianificazione della gravidanza

Naturalmente, tutti coloro che stanno pianificando una gravidanza nel prossimo futuro sono invitati a prestare attenzione prima di fornire al corpo sostanze nutritive per il prossimo intenso lavoro nei prossimi mesi. La riserva di vitamina A non fa eccezione, prepara il corpo di una donna per processi come:

  • rigenerazione tissutale postpartum;
  • maggiore tensione agli occhi;
  • assicurare capelli, unghie e pelle sani;
  • ripristino e rafforzamento dell'immunità.

Il pericolo di una maggiore pressione nelle donne in gravidanza, puoi leggere qui.

Il momento decisivo nel pianificare una gravidanza, per quanto riguarda la vitamina A, è la sua capacità di licenziare e accumulare. A questo proposito, è necessario controllare il tasso di mantenimento di questo elemento, perché è il suo eccesso che molto spesso diventa il colpevole di varie anomalie e patologie del feto. Se hai consumato cibi ricchi in loro, o complessi vitaminici speciali che lo contengono, prima del concepimento, allora dovrebbe essere escluso un ricevimento attivo dal primo giorno di fecondazione.

Qual è la base per determinare il tasso di vitamina A per le donne incinte?

Prima di parlare del tasso di vitamina A per le donne incinte, va notato che è presentato in due opzioni:

  • Retinolo: puro e pronto per assumere vitamina A;
  • un gruppo di provitamine, da cui il corpo successivamente lo rilascia indipendentemente.

La prima forma viene assorbita istantaneamente ed è contenuta in complessi vitaminici specializzati, oltre a fegato di manzo, latte e prodotti caseari (panna acida, formaggio, ricotta), uova (tuorli), pesce e olio di pesce.

Le provitamine contengono frutta e verdura rossa e gialla. Fondamentalmente questo è il cosiddetto beta-carotene. Il suo alto contenuto è notato in carote, pomodori, verdure, zucca, anguria. Ma non tutti prevedono la selezione di retinolo.

Quindi, se vuoi aumentare rapidamente la vitamina A, allora dovrebbe essere assunto in una forma pulita. Per mantenere l'equilibrio esistente, è sufficiente mangiare cibi ricchi di provitamine e sono le sue fonti principali. Installato un certo dosaggio di vitamina A durante la gravidanza, che consente di mantenerlo nella velocità richiesta.

Dose di vitamina A al giorno

I fattori determinanti di una dose giornaliera di vitamina A durante la gravidanza sono:

  • il suo contenuto quantitativo nel corpo fino al concepimento;
  • età della donna;
  • il periodo di trasporto di un bambino e il successivo periodo di allattamento al seno.

Sulla base dell'aggregato di questi componenti, si ottiene l'assunzione giornaliera necessaria di vitamina A per le donne incinte. La velocità di misurazione viene eseguita in microgrammi (μg) equivalenti a μg retinolo, nonché nell'equivalente di un'unità di misura internazionale (UI). Quindi 1 μg di retinolo è uguale a 12 μg di beta-carotene e 3 UI. In conformità con queste unità, viene stabilito il seguente quadro normativo:

Vitamina A durante la gravidanza

La vitamina A (retinolo) si riferisce alle vitamine liposolubili. È stato prima sintetizzato dalle carote, quindi tutte le sostanze in questo gruppo sono chiamate "carotenoidi". Il retinolo è una forma attiva di una sostanza presente nei prodotti di origine animale (specialmente il latte intero) e nei sottoprodotti. La vitamina A è in grado di accumularsi negli organi, quindi non dovrebbero essere abusati.

Vitamina A e sue funzioni

Le funzioni principali di vitamina A:

  • Effetto benefico sugli organi della visione. Questa vitamina è un componente della rodopsina, un pigmento visivo che è responsabile della visione crepuscolare.
  • Sotto forma di acido retinoico, questa sostanza aiuta a rafforzare il sistema scheletrico, è molto utile durante l'infanzia.
  • È un antiossidante, accelera il processo di guarigione del danno, la rigenerazione cellulare.
  • Stimola la sintesi delle fibre di collagene - mantengono l'elasticità e l'elasticità della pelle.
  • Aumenta la resistenza del corpo a varie infezioni, rafforza il sistema immunitario. Contribuisce anche ad aumentare l'attività dei globuli bianchi - globuli bianchi, che distruggono le particelle estranee al corpo.
  • Necessario per il normale sviluppo dell'embrione, la nutrizione e la crescita dell'embrione, riduce il rischio di complicanze della gravidanza (basso peso alla nascita, prematurità).
  • Partecipa alla sintesi degli ormoni steroidei (compreso il progesterone).
  • Rafforza i vasi sanguigni e il muscolo cardiaco, previene il verificarsi di malattie del sistema cardiovascolare.

Benefici durante la gravidanza

La vitamina A durante la gravidanza svolge una serie di importanti funzioni. È necessario per la corretta formazione dell'apparato respiratorio, dei reni, delle ossa, del sistema circolatorio, degli organi visivi, del cervello e del midollo spinale. A livello cellulare, è coinvolto nei processi metabolici, nella rigenerazione cellulare. Retinolo fornisce anche una protezione aggiuntiva per il corpo della donna contro un numero di infezioni, rafforzando il sistema immunitario.

La vitamina A è importante per il corretto sviluppo della placenta e del feto. Riduce il rischio che il bambino nascerà prematuro o basso peso alla nascita. Il retinolo contribuisce alla conservazione della vista, migliora l'assorbimento dei lipidi e nel periodo postparto accelera la riparazione dei tessuti. Poiché questa sostanza è un antiossidante naturale, le condizioni della pelle, delle unghie e dei capelli sono migliorate, le cellule ricevono protezione dall'invecchiamento precoce.

Il tasso di vitamina A durante la gravidanza

Quanta vitamina A può essere incinta al giorno? È necessario spiegare che è presentato in due forme: il retinolo è una vitamina pura e pronta per ricevere, e un gruppo di provitamine (carotenoidi) da cui il corpo può ottenere la vitamina. Le vitamine per le donne in gravidanza contengono retinolo puro, è prescritto, se viene diagnosticato il beriberi, che deve essere rapidamente eliminato.

Il ricevimento della vitamina A durante la gravidanza nelle prime fasi deve essere coordinato con il medico, poiché un dosaggio eccessivo può avere un effetto teratogeno sul feto, causare anomalie congenite e anomalie dello sviluppo.

Quando si pianifica una gravidanza, viene preso nella quantità di 5000 UI, nel primo trimestre - 2500 UI. Questo non significa che se superi il dosaggio di 1000 UI, il retinolo influirà sicuramente sul bambino. Una seria minaccia sorge se più di 10.000 UI al giorno sono stati somministrati al corpo di una donna per lungo tempo.

Il tasso giornaliero di vitamina A per le donne in gravidanza è prescritto da uno specialista, tenendo conto delle caratteristiche di età, delle esigenze del corpo di una donna in retinolo (secondo i test pre-gravidanza), della storia e di altri fattori.


Retinolo non dovrebbe essere abusato da donne in gravidanza. (Foto: vo-loss.ru)

La vitamina A è prodotta in diverse forme: compresse, capsule, soluzioni oleose. Fa parte della maggior parte dei complessi vitaminico-minerali.

L'effetto della vitamina A sul corpo della futura mamma e bambino

La vitamina A non si forma nel corpo, sebbene sia così necessaria per il normale funzionamento dei sistemi vitali. Agendo con il cibo e accumulandosi nel fegato, questa sostanza è coinvolta nel metabolismo e nei processi di rigenerazione, rafforza il sistema immunitario. Durante la gravidanza, insieme ad altri utili micro e macroelementi, è responsabile della corretta formazione e sviluppo degli organi dell'embrione. Lo stato di salute della futura madre e la salute del bambino possono essere influenzati negativamente sia dalla mancanza che dall'eccesso di vitamina A.

Forme di vitamina A e loro effetti sul corpo

Il termine "vitamina A" è usato per riferirsi a due tipi (o forme) di sostanze nutritive contemporaneamente:

  • i carotenoidi (compreso il beta-carotene) sono provitamine che, se ingerite, si ossidano, si degradano e si trasformano in vitamina A liposolubile;
  • retinoidi: in questa forma, le vitamine del gruppo A entrano nella circolazione sistemica e vengono consegnate agli organi e alle cellule.

Con un eccesso di retinolo (ipervitaminosi A) possibili violazioni nei processi di formazione e sviluppo del feto. Il beta-carotene, al contrario, viene assorbito in una quantità tale che il corpo ha bisogno.

In gravidanza, la vitamina A è raccomandata per essere assunta con il cibo o come parte di un complesso multivitaminico creato appositamente per le future mamme: lì è rappresentato da beta-carotene o una combinazione di carotenoidi e retinoidi per evitare il sovradosaggio.

Video: Vantaggi delle vitamine A

L'effetto della vitamina A sul feto durante la gravidanza

La vitamina A è coinvolta in molti processi nel corpo:

  • rafforzamento dell'immunità;
  • protezione contro le infezioni batteriche del tubo digerente, del tratto respiratorio, del sistema urogenitale;
  • assorbimento e distribuzione dei grassi;
  • liberazione del corpo dalle tossine;
  • neutralizzazione dei radicali liberi;
  • rallentare il processo di invecchiamento;
  • prevenire lo sviluppo di tumori maligni;
  • miglioramento della pelle;
  • prevenzione della comparsa di macchie senili e smagliature;
  • mantenere la funzione della percezione della luce e del colore della retina;
  • idratazione della mucosa degli occhi;
  • formazione e nutrizione della placenta;
  • crescita di ossa, denti, nuove cellule (madre e bambino);
  • regolazione della sintesi proteica;
  • posa e sviluppo completo del sistema cardiovascolare, circolatorio, immunitario, respiratorio, centrale, nervoso dell'embrione;
  • funzionamento sano del cuore e dei polmoni;
  • processi redox e metabolici.

Nelle prime fasi della gravidanza, la vitamina A è importante per la formazione e la crescita dell'embrione, nelle fasi successive - per la nutrizione del bambino e lo sviluppo del suo sistema immunitario.

I retinoidi e i carotenoidi di solito in quantità sufficiente entrano nel corpo con il cibo. Ma ci sono anche casi di ipovitaminosi (carenza), i cui segni sono:

  • visione offuscata (anche quando i colori giallo e blu si distinguono in modo insufficiente);
  • ispessimento e secchezza della mucosa degli occhi, irritazione, sensazione di bruciore e prurito agli organi visivi;
  • congiuntivite frequente;
  • un forte indebolimento del sistema immunitario;
  • perdita di appetito e rapida perdita di peso;
  • perdita di capelli e forfora;
  • lenta guarigione di ferite e graffi;
  • aumentare la sensibilità dello smalto dei denti;
  • deterioramento della pelle (sembra sbiadito, invecchiato, secco).

Le cause dell'ipovitaminosi del retinolo possono essere diverse: una violazione del suo assorbimento nell'intestino, assunzione di grassi, malattie infettive croniche, patologie dell'apparato digerente e urinario, anemia, malattia celiaca e altre.

Il contenuto giornaliero ottimale di retinolo nel sangue è 800-1000 μg (o 0,14-0,26 μg / ml). Con forti deviazioni dalla norma, viene prescritto un trattamento appropriato, con quelli minori, è sufficiente regolare la dieta. L'efficacia della terapia viene determinata utilizzando un esame del sangue per vitamine e oligoelementi.

La mancanza o l'eccesso di retinolo nel corpo può essere determinato da test di laboratorio su campioni di sangue, capelli o unghie.

Indicazioni per la prescrizione di vitamina A durante la gravidanza

Inoltre, l'assunzione di vitamina A può essere prescritta solo da un medico. Per scopi profilattici, i carotenoidi sono raccomandati per le donne incinte e i retinoidi possono essere usati per il trattamento dell'ipovitaminosi.

Studi condotti da medici americani hanno confermato che esiste una correlazione tra l'assunzione di alte dosi di vitamina A all'inizio della gravidanza e l'insorgenza di tali anomalie dello sviluppo del feto come una violazione della formazione di arti e danni agli organi, al fegato e ai reni.

Un supplemento vitaminico aggiuntivo può essere prescritto nei seguenti casi:

  • malattie delle mucose e della pelle (candidosi, eczema, dermatite allergica della genesi);
  • patologie oculari (congiuntivite, cheratite, ridotta capacità di adattamento al buio);
  • ferite estese, ustioni, fratture (per migliorare e accelerare il processo di guarigione);
  • polmonite acuta e cronica;
  • anemia.

La concentrazione di retinolo nel sangue dipende dal contenuto di ferro in esso.

Controindicazioni e precauzioni

Al fine di evitare effetti collaterali durante l'assunzione di vitamina A, è necessario conoscere le controindicazioni per il suo scopo:

  • allergie, asma bronchiale - tali condizioni in alcuni casi possono aumentare significativamente il livello di una sostanza nel siero del sangue;
  • ipotiroidismo - il corpo non è in grado di convertire la vitamina A in retinolo, il che significa che c'è il rischio di overdose;
  • patologia del fegato - dal momento che la trasformazione della vitamina si verifica in questo organo, il carico aggiuntivo può portare ad una esacerbazione di malattie croniche.

Si deve prestare attenzione quando si assumono complessi vitaminici prenatali che contengono già retinolo o beta-carotene, nonché quando si utilizzano cosmetici che includono vitamina A (entra nel corpo attraverso i pori).

La vitamina A è coinvolta nella produzione di ormoni sessuali. La sua carenza o eccesso può influenzare gli ormoni della futura madre e provocare complicanze della gravidanza.

Perché un sovradosaggio da vitamina A è pericoloso durante la gravidanza

Nel primo trimestre di gravidanza, il sovradosaggio di vitamina è pericoloso in quanto può influire negativamente sulla formazione dell'embrione (cuore, reni, deformità congenite, paralisi). Nel secondo e terzo trimestre, il retinolo a dosi elevate apporta ulteriore stress al pancreas e al fegato della madre e del feto, il che porta allo sviluppo di patologie di questi organi (ingrossamento del fegato, alterazione del flusso biliare).

Segni di ipervitaminosi

Un eccesso di retinolo nel corpo può essere caratterizzato dai seguenti sintomi:

  • perdita di appetito;
  • nausea, vomito;
  • dolore all'addome, alle articolazioni;
  • malfunzionamenti dell'apparato digerente;
  • fegato e milza ingrossati;
  • compromissione della funzionalità renale;
  • rilascio incontrollato di ormoni (che possono indicare sudorazione, brividi, frequenti cambiamenti di umore, depressione, insonnia o sonnolenza);
  • fragilità e delaminazione delle unghie;
  • perdita di capelli;
  • pelle secca e traballante;
  • piccole crepe sulle labbra (di solito negli angoli della bocca);
  • la comparsa di macchie di età

Esiste un gruppo abbastanza ampio di medicinali chiamati retinoidi. Questo gruppo include sia il retinolo, sia i suoi analoghi sintetici e aromatici, che sono derivati ​​entro 2 anni, estremamente tossici e in effetti sono molto pericolosi per il feto. Nel caso della loro ammissione, la gravidanza è vietata per circa 2-3 anni. Per quanto riguarda l'acido retinoico, se assunto per via orale per la sua completa eliminazione richiede un periodo di 2 settimane. Tuttavia, tenendo conto del pericolo dell'effetto sul feto e dell'insufficiente conoscenza di questo gruppo di farmaci, molte delle guide danno il termine di sei mesi. Per quanto riguarda il retinolo stesso, piccole quantità di esso, fino a 5-6 mila UI, sono ammesse per l'ammissione e durante la gravidanza (questo è solitamente coperto dal consumo di burro e panna acida). Grandi dosi di retinolo durante la gravidanza sono inaccettabili (contenuto di vitamina A - fino a 50 mila UI). Per quanto riguarda le creme, è necessario chiarire la quantità di vitamina A. Dal momento che è possibile calcolarlo in ogni crema, ma è piuttosto problematico, per il periodo di gravidanza è meglio rifiutarsi di usare cosmetici con retinolo.

Montes Rosell Ksenia Vasilievna, cosmetologo

https://medgel.ru/ask/ask_275.html

Dose giornaliera di vitamina A per le donne incinte

La quantità di vitamina A necessaria per la futura gestante dipende principalmente dall'età:

  • fino a 19 anni - 750 mcg (o 2500 IU);
  • da 20 a 770 mcg (o 2565 UI).

In diverse fonti del tasso di assunzione di retinolo per le donne in gravidanza differiscono notevolmente. I medici, sulla base di ricerche di scienziati americani, ritengono che sia meglio attenersi ai dosaggi minimi.

È improbabile che l'occasionale uso occasionale di troppa vitamina A danneggi il bambino. Ma l'ingestione a lungo termine di dosi più elevate di retinolo può causare un effetto teratogeno, che causa la comparsa di anomalie nello sviluppo del bambino. La vitamina A viene consumata lentamente dal corpo, inoltre tende ad accumularsi nel fegato e nel tessuto adiposo.

Un eccesso di beta-carotene può causare l'ingiallimento della pelle, ma per il corpo non è pericoloso. Con retinolo, la situazione è diversa: la sua overdose è gravata da gravi conseguenze sia per la madre che per il feto. La quantità massima consentita di retinolo al giorno durante la gravidanza è 6000-10000 UI. I dosaggi di 18.000 UI sono considerati teratogeni.

Caratteristiche di utilizzo, a seconda della durata della gravidanza

Considerando la capacità della vitamina A di accumularsi nel corpo e influenzare i processi metabolici anche dopo la fine del suo apporto, si raccomanda alle donne incinte per scopi profilattici di essere assunte in dosaggi minimi e secondo un certo schema.

Perché hai bisogno di vitamina A durante la gravidanza

La vitamina A supporta lo sviluppo del cuore, degli occhi, dei reni e delle ossa del bambino, così come il suo sistema respiratorio, cardiovascolare e del sistema nervoso centrale. La vitamina A svolge anche un ruolo importante nel contrastare e combattere le infezioni e il metabolismo dei grassi. Anche se ottenere questo nutriente durante la gravidanza è fondamentale, è possibile ottenere troppo. Troppa vitamina A può causare seri rischi al nascituro, inclusi i difetti di nascita. Parlate con il vostro medico per determinare la quantità di nutrienti necessaria per la vostra situazione specifica.

Perché è necessario

La vitamina A è una vitamina liposolubile che viene immagazzinata nel fegato. La vitamina A è importante per la crescita embrionale del bambino, compreso lo sviluppo di cuore, polmoni, reni, occhi e ossa, così come il sistema circolatorio, la respirazione e il sistema nervoso centrale.

La vitamina A è particolarmente importante per le donne che stanno per partorire, perché aiuta nel recupero del tessuto post-partum. Aiuta anche a mantenere una visione normale, combatte le infezioni, sostiene il sistema immunitario e aiuta nel metabolismo dei grassi.

Il retinolo è un antiossidante necessario per una gravidanza sana. È uno dei tanti nutrienti che svolge un ruolo importante in:

  • aiutare il corpo a mantenere l'omeostasi;
  • prevenzione dell'anemia;
  • mantenere il metabolismo durante la gravidanza;
  • mantenimento e sviluppo di tessuti (crescita cellulare) durante la gravidanza;
  • sviluppo e feto, in particolare ossa, denti, pelle e visione.

Comprensione della vitamina A

Esistono due tipi di nutrienti: vitamina A preformata e carotenoidi provitamina A. La vitamina A preformata (chiamata anche retinolo) è utilizzata direttamente dall'organismo e si trova in prodotti di origine animale come uova, latte e fegato. I carotenoidi si trovano in frutta e verdura, ma il tuo corpo deve convertire questo tipo in retinolo.

Più di 600 carotenoidi sono stati trovati in natura, ma solo pochi possono essere convertiti in retinolo. Il beta carotene è il più comune.

Lo standard di misurazione della vitamina A è RAE (equivalente all'attività del retinolo). Un microgrammo (μg) di retinolo è 1 μg di RAE, ma sono richiesti 12 mcg di beta-carotene o 24 μg di alfa-carotene a 1 μg di RAE.

Uno standard di misurazione più vecchio ancora in uso (specialmente sulle etichette è ME. ME non è facilmente convertibile in RAE, perché la conversione dipende dal tipo di vitamina A. Ad esempio, un RAE di 900 μg può essere compreso tra 6000 e 36100 UI.

Tariffa giornaliera

  • Donne in gravidanza di età inferiore ai 18 anni: 750 μg di RAE al giorno
  • Donne incinte da 19 anni: 770 microgrammi di RAE al giorno
  • Allattamento al seno all'età di 18 anni: 1.200 μg RAE al giorno
  • L'allattamento al seno da 19 anni: 1300 μg RAE al giorno
  • Donne non gravide: 700 μg di RAE al giorno

Attenzione! Per le donne incinte nel primo trimestre, è necessario ridurre significativamente il dosaggio di vitamina A, poiché il sovradosaggio è molto pericoloso per il bambino. Può portare a difetti dei reni, cuore, deformità congenite, paralisi.

Non è necessario assumere la quantità raccomandata di vitamina A ogni giorno. Invece, cerca di mantenere questa quantità media per diversi giorni o una settimana.

surplus

La dieta media fornisce una grande quantità di vitamina A. È disponibile in carne, latticini, pesce, uova e cereali fortificati sotto forma di retinolo preformato. Si trova anche nella maggior parte di frutta e verdura, principalmente sotto forma di carotenoidi.

Durante la gravidanza, è importante evitare un sovradosaggio di vitamina A, che può causare malformazioni congenite e tossicità epatica a dosi elevate. Tuttavia, puoi ottenere tutti i carotenoidi che vuoi da frutta e verdura.

Sopra, abbiamo già scritto ciò che l'eccesso di offerta nel primo trimestre può portare a, ma un eccesso di vitamina A per le donne incinte nel terzo trimestre può essere pericoloso in quanto mette sotto pressione il pancreas e il fegato (sia la madre che il bambino), portando a patologie in questi organi.

Le donne di età pari o superiore a 19 anni - in gravidanza o in periodo di allattamento - non devono ricevere più di 3000 μg di RAE (o 10.000 UI) di retinolo da integratori, fonti animali e alimenti arricchiti ogni giorno. Per le donne di età pari o inferiore a 18 anni, il limite superiore di somministrazione è di 2800 μg di RAE (9.333 UI).

Un'altra cosa: il rischio di difetti alla nascita a causa di troppa retinolo. Questo è il motivo per cui le donne incinte e coloro che stanno cercando di rimanere incinta dovrebbero stare lontani dall'isotretinoina (nota anche con il nome commerciale Accutane e altri).

carenza

Poiché è facile ottenere una quantità sufficiente di retinolo dalla dieta, i suoi inconvenienti sono piuttosto rari, ad eccezione di determinate condizioni mediche. Tuttavia, le donne di alcune culture soffrono di carenza di retinolo. La carenza porta spesso allo sviluppo della xeroftalmia, che è un ispessimento della cornea e della congiuntiva dell'occhio, nonché l'incapacità di produrre lacrime. L'Organizzazione Mondiale della Sanità stima che 9,8 milioni di donne in gravidanza in tutto il mondo abbiano la xeroftalmia.

Altri effetti della carenza di vitamina A sono stati riportati anche negli studi, che possono includere un aumento dell'incidenza di anemia e una diminuzione dell'immunità di malattie e malattie nelle madri in gravidanza e in allattamento, nonché per il suo bambino non ancora nato. La carenza nei bambini può causare una crescita e uno sviluppo più lenti.

Fonti alimentari

Frutta e verdura (in particolare arancia e giallo e verdure a foglia verde) ricche di beta-carotene sono le migliori fonti di vitamina A. È anche probabile che tu abbia abbastanza beta-carotene da latte e cereali fortificati.

Il fegato (di manzo, vitello o pollo, ad esempio, compresi patè e fegato) contiene il maggior numero di beta-carotene, tanto che è necessario limitarlo (una o due volte al mese durante la gravidanza) per essere sicuro di non ottenere eccesso di offerta. Una porzione di fegato di 85 grammi può contenere più di otto volte la quantità giornaliera raccomandata di vitamina A in gravidanza - più del doppio di quella che è sicura consumare in un giorno!

Ecco alcuni buoni prodotti che contengono beta-carotene (1 tazza = 250 g):

  • Una patata dolce al forno media: 961 μg RAE (19.218 UI)
  • Zucca in scatola da 1/2 tazza: 953 μg RAE (19.065 UI)
  • Barretta nocciola 1/2 tazza, preparata: 572 μg RAE (11.434 UI)
  • Patate dolci in scatola da 1/2 tazza, purè di patate: 555 μg RAE (11.091 UI)
  • Carota cruda a 1/2 tazza affettata: 534 μg RAE (10.692 UI)
  • Preparazione di spinaci da 1/2 tazza: 472 μg RAE (9.433 UI)
  • 1/2 melone medio: 466 μg RAE (9.334 UI)
  • 1/2 tazza di cavolo cotto: 443 μg RAE (8,854 UI)
  • 1/2 tazza di verdure di pecora cotte: 361 μg RAE (7.220 UI)
  • 30 grammi di avena fortificata: 215 μg RAE (721 UI)
  • un mango: 181 mkg RAE (3.636 UI)
  • 250 g di latte scremato (aggiunta di vitamina A): 149 μg RAE (500 UI)
  • 250 g di latte magro al 2% (aggiunta di vitamina A): 134 μg RAE (464 UI)
  • 250 g di latte intero: 110 μg RAE (395 UI)
  • 1 cucchiaio di burro: 95 μg RAE (355 UI)
  • un uovo grande: 80 μg RAE (270 UI)
  • Broccoli bolliti 1/2 tazza: 60 μg RAE (1.207 UI)

tavolo

Hai bisogno di integratori farmaceutici speciali?

Forse no. La maggior parte delle persone riceve grandi quantità di retinolo dalle loro diete e anche le vitamine prenatali di solito le contengono.

raccomandazioni

Vorremmo darvi alcune raccomandazioni sull'uso della vitamina A in gravidanza nelle fasi iniziali:

  1. essere al sicuro meglio evitare le vitamine prenatali che contengono qualsiasi forma di retinolo di vitamina A.
  2. Cerca di assicurarti che l'assunzione giornaliera di vitamina A non superi i 6000 UI all'inizio della gravidanza (durante i primi 2 mesi).
  3. Evitare il consumo giornaliero di cibi ricchi di retinolo, in particolare fegato di manzo (43.900 UI / 100 grammi) e fegato di vitello (22.500 UI / 100 grammi).
  4. Assicurati che il tuo complesso prenatale contenga almeno 3500 UI di beta-carotene.
  5. Cerca di ottenere 4000-5000 UI di caroteni e carotenoidi dalla tua dieta. Puoi farlo mangiando verdure multicolori, come carote e verdure a foglia verde.
  6. Mangia frutta dai colori vivaci.
  7. Se non riesci a mangiare abbastanza verdure colorate, trova un buon sapore di polvere vegetale che può fornirti 4000-5000 UI.
  8. Fai del tuo meglio per avere abbastanza vitamine e cerca di non preoccuparti.

studio

Un gran numero di nuovi studi ha dimostrato che le donne che consumano quantità eccessive di vitamina A all'inizio della gravidanza possono causare seri difetti alla nascita nei loro figli.

I bambini di donne che hanno consumato più di 10.000 UI di retinolo al giorno - quasi quattro volte la quantità raccomandata - attraverso integratori o alimenti - avevano più probabilità di essere nati con disturbi dello sviluppo della testa, del cuore, del cervello e del midollo spinale.

Le quantità che mettono a rischio i bambini si trovano attualmente in una singola pillola in alcune vitamine e possono essere facilmente ottenute se vengono prese più di una pillola al giorno. Infatti, uno dei ricercatori ha detto che lui e il suo collega hanno recentemente acquistato integratori per corpo singolo contenenti 25.000 UI di retinolo.

Sebbene sia noto che alte dosi causino difetti alla nascita negli animali da laboratorio e parenti chimici del danno vitaminico dei bambini, il nuovo studio è il primo a valutare il rischio di retinolo prenatale in una grande popolazione e a determinare quali dosi possono essere dannose. Lo studio ha mostrato che 1 su 57 bambini nati, la cui madre ha assunto dosi di vitamina A più di 10.000 UI al giorno, è nato con lesioni come risultato.

I ricercatori hanno scoperto che maggiore è la dose, maggiore è il rischio. I neonati nati da donne che hanno consumato più di 10.000 UI al giorno erano 2,4 volte più probabilità di nascere con difetti come bambini esposti a 5.000 UI o meno. Ma i bambini esposti a 20.000 UI durante i primi tre mesi di gravidanza avevano quattro volte più probabilità di nascere con difetti che includevano il labbro leporino, la palatoschisi, l'idrocefalo e le gravi malformazioni cardiache.

Lo studio è stato condotto dal Dr. Kenneth J. Rothman, un epidemiologo, e dai suoi colleghi della Boston University School of Medicine tra le 22.748 donne incinte nell'area di Boston che sono state identificate dall'ottobre 1984 al giugno 1987 e ha chiesto in dettaglio che mangiavano e quali supplementi prendevano. La grande maggioranza delle donne (98,6%) ha assunto dosi di retinolo meno pericolose.

Il retinolo, assunto durante la gravidanza, è utile nel differenziamento cellulare ed è un nutriente importante per lo sviluppo di un bambino. Ma il Dr. Rothman ha dichiarato in un'intervista che le indagini nazionali hanno mostrato che tra il 2 e il 5% delle donne in età fertile consumava più di 10.000 UI al giorno.

I risultati sono stati pubblicati sul New England Journal of Medicine a causa della loro importanza per la salute pubblica. I ricercatori hanno esortato le donne a evitare l'assunzione di integratori che superano le 4000-8000 unità internazionali al giorno, che è comune nei multivitaminici prenatali. Hanno fatto una raccomandazione simile per le donne che potrebbero rimanere incinta.

Poiché il retinolo è immagazzinato nel corpo per molto tempo, le donne che consumano grandi dosi anche per mesi prima di rimanere incinta possono mettere i loro bambini a rischio di malformazioni, hanno suggerito i ricercatori.

Oltre agli additivi, il retinolo si trova nella maggior parte dei prodotti animali e soprattutto in grandi quantità nel fegato. Ad esempio, un pasto di manzo preparato da 100 g può contenere più di 30.000 unità internazionali. I ricercatori hanno detto che anche se le donne non assumono integratori, quelli che spesso consumano il fegato possono superare il livello di vitamina A. Altri alimenti contenenti retinolo includono prodotti caseari, uova, carne, pollame, pesce e cibi fortificati, come alcuni colazioni a secco

I ricercatori hanno notato che il beta-carotene, che il corpo può convertire in vitamina A, non è associato ad un aumentato rischio di difetti alla nascita. Il Dr. Rothman ha detto che le donne non devono preoccuparsi di mangiare troppe verdure e frutta ricchi di beta-carotene o di assumere integratori contenenti beta-carotene. Il corpo converte il beta carotene in vitamina A in quantità che non superano i livelli di sicurezza.

Il Council on Responsible Nutrition, un'associazione di produttori di integratori alimentari, ha affermato che nel 1987 raccomandava che gli integratori fornissero non più di 10.000 unità internazionali di vitamina A vendendo e non più di 8000 unità internazionali in multivitaminici prenatali. Il Consiglio ha anche affermato che i prodotti dovrebbero essere etichettati per avvertire le donne che potrebbero rimanere incinte che non superano le 10.000 unità internazionali di retinolo aggiuntivo giornaliero.

I ricercatori di Boston e del consiglio di settore hanno osservato che dalla raccomandazione del 1987, la maggior parte dei produttori di multivitaminici ha ridotto la quantità di retinolo in ogni compressa o capsula e che molte aziende hanno sostituito il beta-carotene con vitamina A in alcuni o tutti i loro prodotti.